Pazienti Immunodepressi e lavoro agile
“smart working” – proroga dell’art 39 – L. 27 del 24/04/2020
Il DECRETO LEGGE 30 luglio 2020, n. 83 proroga fino al 15 ottobre 2020 il diritto di richiedere lo “smart working” per le seguenti condizioni personali:
➡️handicap grave (art. 3 – c.3 – L. 104/92)
➡️famigliari all’interno del cui nucleo vi è persona con handicap grave (art. 3 – c.3 – L. 104/92)
➡️lavoratori immunodepressi
➡️famigliari conviventi di persone immunodepresse
compatibilmente con le caratteristiche della prestazione lavorativa eseguita.
Riportiamo il testo dell’articolo di legge prorogato dal DL 30 luglio 2020 fino al 15 ottobre 2020:
Art 39 – Legge 27 del 24 aprile 2020
Norme speciali in materia di riduzione dell’orario di lavoro e di sostegno ai lavoratori
1. Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 [ndr. 15 ottobre 2020], i lavoratori dipendenti disabili nelle condizioni di cui all’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 o che abbiano nel proprio nucleo familiare una persona con disabilità nelle condizioni di cui all’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, hanno diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile ai sensi dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione.
2. Ai lavoratori del settore privato affetti da gravi e comprovate patologie con ridotta capacità lavorativa è riconosciuta la priorità nell’accoglimento delle istanze di svolgimento delle prestazioni lavorative in modalità agile ai sensi degli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81.
2-bis. Le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 si applicano anche ai lavoratori immunodepressi e ai familiari conviventi di persone immunodepresse.
Grazie ad AMRER e a Daniele Conti
aggiornamento lavoro agile agosto 2020
Scarica l'allegato