L’arrivo dell’autunno-inverno richiede particolare attenzione nella cura della pelle e capelli per proteggerli dalle basse temperature e dagli sbalzi termici. Il nostro primo strumento e l’utilizzo di mezzi fisici, per proteggere le parti distali del nostro corpo che risultano, per diversi motivi, più sensibili ai cambi di temperatura. Quindi l’utilizzo di capelli, guanti, e para-orecchie, si rende fondamentale. Evitare i cambi bruschi di temperatura come facciamo durante tutto l’anno, si rende particolarmente importante durante la stagione fredda, dati gli effetti deleterei che essi possono avere sul sistema di regolazione termica della cute, sull’equilibrio vasodilatazione/vascostrizione, e quindi, condizionando riacutizzazioni del fenomeno di Raynaud.

Inoltre, durante i mesi più freddi, la pelle diventa invariabilmente più secca. E’ consigliabile quindi fare la doccia con acqua tiepida e non bollente e l’utilizzo di un sostituto del sapone, preferibilmente a veicolo oleoso, “insaponando” la pelle, una volta al giorno. In questo modo evitiamo la rimozione meccanica del biofilm idrolipidico, che è fondamentale per la funzione di barriera cutanea. Subito dopo la doccia, dopo aver asciugato la pelle “tamponando” e non “sfregando”, consigliamo di applicare una crema emolliente abbondantemente su tutto il corpo. La crema da utilizzare deve essere più “corposa”, più “ricca”, come consistenza rispetto all’emolliente utilizzato durante la stagione calda. Talvolta, si rende necessario, una seconda applicazione giornaliera sulle porzioni più distali del corpo, ovvero, dai gomiti e dalle ginocchia in giù. Le mani, viso, e orecchie; che sono le zone con maggiore esposizione alle temperature ambientali, vanno reidratate secondo necessità, possibilmente più volte al giorno. Ricordiamo la fotoprotezione quotidiana, anche se la “sensazione” è di minore esposizione solare, durante l’inverno e soprattutto in alta quota, la protezione solare SPF  50+ è doverosa, per motivi di prevenzione dei tumori cutanei, di peggioramento delle discromie, e in generale come anti-fotoaging.

Per quanto riguarda i capelli, ricordiamo il trattamento preventivo locale, e possibilmente anche attraverso integratori. Dal punto di vista locale, per proteggere i capelli dalle basse temperature,  l’utilizzo di shampoo e balsamo delicati e ad azione idratante, e di lozioni o creme protettive ad azione nutriente. Alcune volte è consigliabile introdurre un integratore alimentare, contenente aminoacidi essenziali, vitamina B6, e zinco, per fornire al nostro organismo i nutrienti necessari per la sintesi delle proteine componenti i capelli.

Le basse temperature rappresentano una dura prova per la nostra pelle e capelli. Prendendoci cura di noi stessi e facendo prevenzione, riusciamo a vivere il meglio possibile la stagione fredda.